Nel caso in cui il richiedente non abbia i documenti russi validi, comprovanti la sua cittadinanza e la sua identità (per i minorenni fino a 14 anni essi sono il passaporto russo valido e/o il certificato di nascita russo con il timbro della cittadinanza russa; per i richiedenti che hanno più di 14 anni – il passaporto russo internazionale o interno valido), il Consolato Generale è obbligato a verificare la cittadinanza russa del richiedente.

Per avviare la procedura di controllo della cittadinanza russa, il richiedente deve presentare al Consolato Generale i seguenti documenti:

- il modulo di richiesta del controllo della cittadinanza russa (viene compilato direttamente al Consolato Generale);

- il questionario (viene compilato direttamente al Consolato Generale);

- i passaporti russi o sovietici scaduti;

- i certificati di nascita, di matrimonio (ove disponibili);

- 1 foto 3,5×4,5;

- tutti gli altri documenti, che potrebbero confermare l'identità e la cittadinanza russa del richiedente, o concernenti questo tema;

- la carta d’identità italiana.

I richiedenti, adottati dai cittadini italiani, sono obbligati a presentare al Consolato Generale tutti i seguenti documenti che riguardano l’adozione:

• il certificato di nascita russo dell’adottato, rilasciato prima dell'adozione;

• il certificato d'adozione, rilasciato dalle autorità russe;

• il certificato di nascita russo dell’adottato, rilasciato dopo l'adozione;

• la decisione del tribunale russo sull'adozione;

• l'autorizzazione all'ingresso e alla residenza per adozione della Commissione per le Adozioni Internazionali italiana;

• la decisione del tribunale italiano per i minorenni sull'adozione etc.

Tutti i documenti devono essere presentati sia in originale che in copia.

Inoltre Vi informiamo che, secondo la legge russa, il segreto di adozione è protetto dalla legge. La divulgazione di informazioni sull'adozione è possibile solo con il consenso dei genitori adottivi. A questo proposito, i genitori adottivi devono presentarsi al Consolato Generale insieme al richiedente con i passaporti/carte d’identità validi ed i moduli compilati di consenso alle autorità competenti russe alla fornitura di informazioni relative all'adozione.

Nel caso di morte di uno dei genitori adottivi, il richiedente deve presentare al Consolato Generale il certificato di morte.

Tariffa: 104 euro.

L'esito della presenza/assenza della cittadinanza russa viene emesso sulla base delle informazioni ricevute dalle autorità competenti russe, quindi non possono essere stabiliti i tempi del controllo.